giovedì 19 novembre 2020

Racconto nerd

Sono decisamente un nerd un po' atipico: l'etichetta (per quanto possa valere qualcosa di simile ad un'etichetta: nel mio sistema di pensiero, zero) si adatta bene al lavoro che faccio, a ciò che ho studiato, ad una percentuale non trascurabile di ciò che suscita il mio interesse intellettuale - e, me ne rendo conto, al fatto che io scriva cose tipo "una percentuale non trascurabile di ciò che suscita il mio interesse intellettuale".

Non è tuttavia un'etichetta che io utilizzerei per definirmi - nemmeno al netto della mia tendenza a non assegnare con eccessiva facilità etichette a persone, pensieri, cose, se non accompagnandole con una lunga dissertazione (invero forse un po' nerd) su come tali etichette vadano prese, nel migliore dei casi, come una provocazione.

È però evidente che ad alcune persone piace incasellare gli altri: c'è chi affibbia etichette, chi assegna colori (bianco o nero ma mai bianconero, giallo o rosso ma non giallorosso), chi divide il prossimo sulla base delle "case" di Harry Potter (serpe verde o tasso rosso?), chi si riferisce a specifiche categorie umane sulla base dei personaggi di romanzi famosi o di serie tv (Emma Bovary o Sheldon Cooper?). Personalmente trovo che, qualunque sia il criterio di classificazione, si tratti sempre di una semplificazione rispetto all'infinita gamma di umanità, arcobaleno di sfaccettature e singolarità. Spesso ho la sensazione che, più che di semplificare, si tratti solo di essere superficiali.

Dato però che esserlo non costa nulla, provo a stare al gioco, arrivando alla fatidica domanda: che tipo di nerd sono? Rispondo (per contrappasso) con una (breve?) lista (in ordine sparso) di caratteristiche per le quali mi allontano dallo stereotipo del nerd - o, se non altro, dalla versione che ho in mente io in questo momento, che è l'unica che in fondo mi interessa e certo l'unica di una qualche importanza in un post in cui si parla di superficialità e si prova a giocare con essa.

  • non mi piace la birra (ok, la lista potrebbe finire qui)
  • non mi piace la birra!!! (proprio per niente)
  • non mi piace particolarmente il caffé e comunque non bevo, salvo rarissime eccezioni (diciamo una o o due volte all'anno e solo per cortesia nei confronti di chi me lo offre), caffé non decaffeinato
  • mi piace (mi è sempre piaciuto molto) praticare sport
  • non sono un particolare fan de Il Signore degli Anelli (One ring to rule them all, eccetera eccetera eccetera... Yawn...)
  • non sono particolarmente interessato alla saga di Star Wars
  • non ho particolari problemi a fare amicizia, conoscere persone, stare in compagnia
  • non ho particolari difficoltà (intendo: non vivo la cosa come una forma di emarginazione) a stare da solo, tanto che lo sport che preferisco è uno sport che si pratica, generalmente, in solitudine e tanto che stare in lockdown, bene o male, non mi è pesato poi troppo
  • non mi piace (forse l'ho già detto) la birra

Il solo superpotere nerd che effettivamente accompagna le mie giornate è la tendenza ad essere un tantinello sarcastico - chissà se è sufficiente per meritata l'etichetta - chissà se sono del colore giusto - maledetto grifondoro!

E voi, che tipo di nerd siete? Il birraiolo, Luke Skywalker, Frodo Baggins? Siete rossi o gialli? Serpeverde o caffeinomani? ;-)

Nessun commento:

Posta un commento